di Walter Virga

Dopo mesi di interlocuzioni e appelli, si apprende che oggi è stata disposta la sospensione sino al 1° Gennaio 2025 dell’entrata in vigore del Nuovo Nomenclatore Tariffario.

Questa battaglia per la Sanità pubblica e privata, per la tutela dei livelli occupazionali del settore, stimati in circa 40.000 lavoratori, e per la tutela della salute dei cittadini è stata condotta dagli operatori del settore con senso di responsabilità e rispetto per le Istituzioni coinvolte, e ciò anche nei momenti di maggior attrito.

Un ringraziamento particolare deve certamente andare al Ministro della Salute, On.le Schillaci e al Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca i quali hanno preso atto della necessità di posticipare l’entrata in vigore del provvedimento proprio per far sì che non si verificassero le nefaste conseguenze che più volte, anche su questo giornale, sono state paventate.

Il tempo a disposizione permetterà certamente alle Associazioni di categoria maggiormente rappresentative di poter coadiuvare le Istituzioni al fine di elaborare un Testo privo delle insanabili criticità che affliggevano quello fortunatamente sospeso.

A seguire il Comunicato stampa dell’ U.A.P – Unione Ambulatori e Poliambulatori.